Questo sito usa cookies tecnici che aiutano Forumalessandria a migliorare la fruibilità dei contenuti. Proseguendo la navigazione del sito, effettuando uno scroll della pagina, clickando nei browser supportati in qualsiasi punto della pagina, o clickando il bottone Accetta, acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni consultare la voce Informativa cookies
Oggi è 26/04/2018, 14:18

Tutti gli orari sono UTC+01:00




Apri un nuovo argomento  Rispondi all’argomento  [ 2 messaggi ] 
Autore Messaggio
MessaggioInviato: 02/03/2012, 10:48 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 17/10/2008, 20:40
Messaggi: 394
Un cartello pieno di divieti accoglie gli alessandrini all'ingresso di Parco Usuelli. Nel giardino comunale è infatti vietato giocare, raccogliere fiori, utilizzare l'acqua delle fontanelle se non per bere, dormire o coricarsi sulle panchine, circolare in bicicletta o in sella a veicoli in genere. Alcuni di questi divieti sono più che normali in un parco pubblico, ma altri secondo un gruppo di mamme alessandrine impediscono ai più piccoli di giocare e divertirsi in un'area pubblica cittadina. A lasciare perplesse le mamme sono in particolare il divieto di giocare a palla e quello di circolare in bicicletta. Il gruppo di mamme ha quindi deciso di presentare una petizione al Sindaco Fabbio per chiederne l'eliminazione, proponendo come alternativa la realizzazione di un'area recitanta per permettere ai più piccoli di divertirsi liberamente senza infastidire gli altri alessandrini.

Di seguito la lettera inviata alla redazione di Radio Gold.

"L’arrivo della bella stagione è solitamente salutato dai bambini con entusiasmo per la libertà di potersi divertire all’aria aperta, dopo un lungo inverno trascorso in casa.

Da qualche giorno, invece, i bambini di Alessandria, e anche i loro genitori, hanno dovuto confrontarsi con quella che sembra invece una vera e propria limitazione alla loro naturale voglia di movimento e sfogo: al Parco Usuelli, uno dei più frequentati parchi cittadini, non si può più giocare a palla e girare in bicicletta. Enormi cartelli sovrastano le entrate al giardino ricordando ai desolati bambini i nuovi divieti imposti.

Questa potrebbe essere una decisione saggia se tali divieti fossero applicati in una città con diversi parchi cittadini, con ampi spazi per il gioco con la palla, con piste ciclabili non pericolose (non come quelle di Alessandria che non portano da nessuna parte). Ad Alessandria tutto questo non esiste.

Dopo lo spiacevole episodio che ha visto coinvolto, su segnalazione di qualche zelante passante, un bambino fermato da un vigile per la sola colpa di voler girare in bicicletta, alcune mamme hanno deciso di presentare una petizione scritta al Sindaco affinché vengano tolti il divieto di giocare a palla e quello di girare in bicicletta, proponendo la delimitazione mediante recinzione di un’area del giardino per consentire il gioco con la palla.

Ci auspichiamo che il governo della città presti attenzione a questa protesta affinché non siano dei bambini a pagare per scelte poco ponderate".

Mamme Alessandrine

fonte radiogold
http://www.radiogold.it/site/notizia.ph ... 72e22746ae

_________________
Immagine

ImmagineImmagine


Top
   
MessaggioInviato: 04/03/2012, 10:14 
Non connesso

Iscritto il: 23/08/2011, 22:38
Messaggi: 13
Spazi pubblici, aree verdi. Dalla protesta delle mamme alle politiche smart.

La protesta delle Mamme alessandrine, in merito ai divieti che vincolano l’uso del Parco Usuelli, palesa la necessità di riscrivere i modelli di gestione e animazione degli spazi pubblici. Più volte il Partito Democratico di Alessandria ha sollevato questo problema soprattutto in relazione alla scarsa fruizione dell’Isola delle Sensazioni, poi in parte rilanciata dall’attuale amministrazione. Ma al di là delle toppe messe qua e là, in Alessandria è assente una cultura dell’utilizzo dello spazio pubblico. A tal proposito ricordo la vicenda dei Giardini Pittaluga la cui cura e animazione era, ed è ancora, oggetto di interesse di una rete di associazioni che si offrirono senza successo all’amministrazione comunale chiedendo in cambio uno spazio da adibire a sede associativa. Mi sembra un caso emblematico. Viviamo nell’assenza di una politica di apertura degli spazi comuni sia in termini di fruizione che di organizzazione.

Se, per esempio, coinvolgessimo i nonni e i genitori nella cura delle aree verdi? Penso che molti cittadini offrirebbero il proprio impegno sapendo che andrebbe a beneficio dei figli o dei nipoti. Il principio non è molto diverso dalla bellissima esperienza degli orti in città di cui Alessandria è stata pioniera tanti anni fa.

Quando parliamo di politiche Smart o Wiki dobbiamo sforzarci di far capire che non si parla solo di applicazione delle nuove tecnologie alla pratica amministrativa; si parla di modelli di gestione, di partecipazione concreta e di restituzione ai cittadini della dimensione pubblica. Si parla in sostanza di rilancio della democrazia partendo dalle “cose” che utilizziamo quotidianamente.

www.giorgioabonante.it/blog


Top
   
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento  Rispondi all’argomento  [ 2 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC+01:00


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Limited
Traduzione Italiana phpBBItalia.net